Ambiente

Protezione delle finestre per ridurre la bolletta della luce

Negli ultimi giorni si è parlato molto di politica energetica e delle decisioni che le grandi compagnie elettriche e i vari governi europei stanno adottando per gestire l’aumento della domanda in tutto il continente.

In qualità di utenti, spesso sentiamo di non poter fare nulla per evitare l’aumento delle bollette energetiche, sentendoci impotenti e dovendo valutare azioni volte a ridurre i consumi.

Una delle azioni fondamentali da compiere quando si cerca di avere una casa il più efficiente possibile è la protezione delle finestre, essendo queste il varco principale della casa attraverso il quale il calore fuoriesce in inverno e il fresco in estate.

In un momento in cui il concetto di abitazione passiva sta iniziando a diventare popolare, tutti sembrano già capire che ridurre al minimo i ponti termici può, a seconda di una serie di fattori, portare a un risparmio fino al 90% di energia.

 

E anche se la realtà è molto lontana da questa percentuale, che può essere riconducibile solo a un’architettura sviluppata con una filosofia Passivhaus a partire dalle fondamenta, la verità è che secondo l’Organizzazione spagnola dei consumatori e degli utenti, tra il 25 e il 30% della spesa energetica per il condizionamento e il riscaldamento potrebbe essere evitato con una corretta protezione delle finestre.

In questo modo, e sapendo che il costo medio della luce in una famiglia spagnola di quattro persone è di 840 euro all’anno, il risparmio è stimato in 252 euro, e l’importo approssimativo da pagare sarebbe di 588 euro, se le finestre avessero una trasmittanza termica di 1 W/m².

Questo valore potrebbe essere ancora più basso se, oltre alle persiane e alle veneziane, venissero installati sulla facciata sistemi di isolamento termico che impediscano al sole di incidere direttamente sulla facciata, come le gelosie a lamelle o le tende da sole Saxun.

Sistemi progettati per migliorare la vita degli utenti e assicurare maggiore comfort, riducendo al contempo la tanto temuta bolletta dell’elettricità.